Londra, sventato attacco terroristico

Adnkronos

Lo Stato Islamico voleva compiere oggi un attentato dinamitardo a Londra, in occasione della parata militare in programma a Merton, nella parte sud della città, nella Giornata delle Forze Armate. A scriverlo è il tabloid ‘The Sun’, spiegando di aver sventato l’attacco informando la polizia ed i servizi di sicurezza del piano, la cui realizzazione era stata affidata ad un suo investigatore sotto copertura reclutato online da un leader Is in Siria.
L’idea era quella di far scoppiare una pentola a pressione imbottita di esplosivo, scrive ancora il giornale, sul modello di quella usata per l’attentato alla maratona di Boston. Si sarebbe trattato di un attacco suicida che avrebbe colpito militari appartenenti allo stesso reggimento di Lee Rigby, il fuciliere 25enne trucidato in piena strada a Londra nel maggio di due anni fa mentre rientrava alla caserma di Woolwich. E la parata si terrà proprio vicino alla caserma.
(Adnkronos) “Sarà una cosa grossa. Colpiremo forte i miscredenti. InshAllah. Colpiremo i loro soldati nel loro stesso paese. Ci saranno militari che sono stati in Iraq e Afghanistan. Lanciati in mezzo alla folla e fa scoppiare la bomba”, aveva detto il reclutatore all’investigatore del giornale.
Un portavoce di Scotland Yard ha definito “utile” la condivisione da parte dei giornalisti con le forze dell’ordine di informazioni che suggeriscano possibili attività terroristiche. “La polizia, assieme ai partner che operano nel campo della sicurezza, resta allerta sulle minacce terroristiche che potrebbero manifestarsi qui o laddove all’estero individui cerchino di ispirare altri a sferrare attacchi nel Regno Unito o contro di esso”. “Gli attacchi di ieri dimostrano la natura globale del terrorismo e il livello di minaccia nel paese per il terrorismo internazionale resta grave”.
Il reclutatore, fuggito in Siria dalla Gran Bretagna, avrebbe addestrato l’investigatore, spiegandogli cosa acquistare per confezionare l’ordigno, poi aveva fatto avere al suo contatto un manuale segreto dell’Is di 9 pagine in inglese contenente informazioni per il confezionamento della bomba, con tanto di fotografie, diagrammi e istruzioni dettagliate, oltre a dettagli su mezzi utili a massimizzare i danni. “Lo metti in uno zaino, ti piazzi in una zona affollata e premi il bottone”.