luglio 31

Strage Bologna: Grasso a cerimonia, aspettando governo

Ansa
Tocchera’ al presidente del Senato Pietro Grasso ricordare, domenica a Bologna, la strage che nel 1980 uccise 85 persone alla stazione di Bologna. Sara’ lui, infatti, l’oratore ufficiale, insieme al sindaco di Bologna Virginio Merola e al presidente dell’associazione dei familiari delle vittime Paolo Bolognesi, della cerimonia del 35mo anniversario. Anche se, a tenere banco, sono gli attacchi che l’associazione ha rinnovato all’indirizzo del governo Renzi. Si attende ancora di sapere chi rappresentera’ il governo alla cerimonia che, come ogni anno, prevede un incontro in Comune, la sfilata in corteo in via Indipendenza, i discorsi ufficiali alla stazione di Bologna dove, alle 10.25, sara’ osservato un minuto di silenzio. Il presidente dell’associazione, il deputato Pd Paolo Bolognesi, ha accusato il governo Renzi di non aver rispettato le promesse in materia di risarcimento, di applicazione del provvedimento sulla desecretazione degli atti e di approvazione del reato di depistaggio. “La legge, approvata alla Camera, e’ ferma al Senato da quasi un anno – ha detto Bolognesi – secondo le assicurazioni del governo doveva avere una corsia preferenziale, invece ha avuto una corsia ad ostacoli”. Bolognesi ha anche lanciato una petizione online su Avaaz per chiedere a Renzi di rispettare gli impegni. E ha lanciato un appello anche a Roberto Saviano perche’ la firmi. Fra chi la firmera’ c’e’ il sindaco di Bologna Virginio Merola. “Gli impegni vanno rispettati – ha detto – sull’approvazione del reato di depistaggio, la desecretazione degli atti, il risarcimento dei familiari che e’ un fatto dovuto. Firmero’ la petizione di Bolognesi, ma essendo sindaco, credo di poter fare anche altro per sollecitare il governo”. Oltre alla cerimonia ufficiale, tradizionalmente molto partecipata dai bolognesi per ricordare una ferita che a distanza di 35 anni e ancora molto presente nella memoria collettiva, molte sono anche le iniziative organizzate in citta’. Domenica sera, in piazza Maggiore, saranno eseguite dall’Orchestra del Comunale le partiture vincitrici del concorso internazionale di composizione (dei giovani musicisti iraniani Vahid Jahandari, Avland Jalali Jafari e dell’italiano Paolo Cognetti), arrivato alla sua 21ma edizione. A seguire sara’ proiettato il film ‘La linea gialla’, con Valentina Lodovini, prodotto da Movie Movie e Repubblica, per la regia di Francesco Conversano e Nene Grignaffini, scritto da Emilio Marrese.